sabato 19 marzo 2011

Gripping Your Pillow Tight

Soundtrack: "L'Odore (Live)" - Subsonica




Abitudine.
Ripetere un gesto così tante volte da renderlo automatico.
Oppure,
compiere un singolo gesto con tale trasporto ed emozione, da renderlo necessario da quel momento in poi.
Necessario, insostitubile, essenziale.
Un bisogno primario,
come l'aria.
Una componente imprescindibile,
come la voglia di vivere.
Il corpo della persona che ami,
dolcemente addormentato accanto al tuo,
diventa abitudine. 
Quel tiepido corpo,
esausto
dopo una notte, un'ora, anche solo un fugace attimo di passione,
rubato alla stanchezza, a una giornata pensante, alla voglia di domani.
Quella figura sinuosa che era letteralmente parte di te pochi attimi prima
e che ora ti riposa accanto, 
sollevando delicatamente il petto a intervalli regolari,
provoca dipendenza.

Puoi provare a resisterle, ma è un tentativo inutile.
Come una sirena, richiama la tua presenza accanto alla sua.
L'odore della sua pelle è come miele per le api.
Non puoi non stringerla tra le tue braccia, 
non puoi non accoglierla con tutta la delicatezza e protezione di cui disponi,
e lentamente scivolare nel dolce sonno di chi si sento completo.
Amato.
Vivo.

Il problema?
Il problema si insinua subdolo nella tua mente e nelle tue vene.
Si manifesta quando meno te lo aspetti,
quando sei vulnerabile,
quando lei non c'è.
L'abitudine rivela il suo secondo volto.
Ora, senza di lei, non riesci più ad addormentarti.
Senza la sua controparte,
il tuo corpo, spaesato, rimane vigile,
in costante attesa di lei.
E' per questo che,
tutte le notti,
dopo quel primo, indimenticabile, plenilunio di passione,
tengo stretto a me il cuscino.
Mi illudo di averla con me.
E, con fatica,
trovo stancamente il sonno.





 
Luogo: My Room
Tempo: 19 Marzo 2011


21 commenti:

  1. WOW. ammappa! WOW! si l'ho già scritto due volte lo so, lo so. Ma...parole...che ti sbatacchiano come un tappeto fuori dalla finestra...colpo su colpo. Fantastiche. Passione intensa e devastante. Foto senza dubbio magistrale...b/n mi fa impazzire. WOW!

    RispondiElimina
  2. Grazie Karma!

    Mi spezzi Laura!!! ;) Grazie infinite, davvero! Fortuna che non ho inquadrato il casino che c'era in camera mia... ;)Il b/n qui rendeva millemila volte di più.. ;)

    RispondiElimina
  3. Meraviglia! Sia la foto che le parole!

    RispondiElimina
  4. ehm... WOW l'hanno già detto? BELLO anche, MERAVIGLIA pure, FANTASTICO idem...
    allora dico: PERBACCO! :d

    RispondiElimina
  5. @ Erica: Grazie infinite ragazza!

    @ robydick: Enplein!!!! ;) Troppo buono uomo... Davvero! Mi fa piacere ti sia piaciuto così particolarmente.. "Perbacco" mi piace! ;)

    RispondiElimina
  6. La più bella dipendenza nella quale si possa incorrere... ;) Qualsiasi pensiero abbiamo potuto fare al riguardo, provando o trovandosi coinvolti in quelle stesse sensazioni, è racchiuso compiutamente nelle parole qui sopra e nell'immagine di quel letto sfatto, che parla, eccome se parla!

    RispondiElimina
  7. Grazie Refuge! Le tue sono davvero delle splendide parole.. GRAZIE! La foto parla, è vero! Si poteva anche solo pubblicare quella che avrebbe detto tutto.. ;) Stasera mi sa che non me la vedo la luna..tempo tiranno!

    RispondiElimina
  8. la cosa bella è che la foto e le parole sembrano fatte per stare insieme... si fondono in un' unica emozione! Quello che provi tu lo sento anche io dentro il mio cuore e lo sai perfettamente... odio così tanto dormire da sola che spesso mi addormento solo a tarda notte quando proprio sto per crollare! Ma cosa posso dire dopo le parole che mi hai dedicato?? niente è comparabile a questo.. posso solo dirti grazie, posso solo amarti con tutta me stessa e dimostrartelo ogni giorno! ti amo... ciccione che non sei altro! ah ah ah :P

    RispondiElimina
  9. ma quanta passione figlio mio!!fortunata la donna che ti sta accanto!la foto non la commento:parla da sè

    RispondiElimina
  10. Un fotografo abilissimo, un poeta/scrittore buono
    e poi...sei un ragazzo di qualità.

    RispondiElimina
  11. @ Giulia: Sospettavo ti sarebbe piaciuto. ;) Colpa tua che mi dai queste ispirazioni..e mi riduci il letto in quelle condizioni lì! ;)

    @ Sabrina: Fortunato io ad avere lei..te lo assicuro! Grazie carissima!

    @ Tiziana: Farò in modo di migliorare il "buono" nella parte poeta/scrittore ;). Grazie dei complimenti!

    RispondiElimina
  12. Bella Ser, quanto mi piace la luce che filtra dai buchetti delle tapparelle... è molto intima. Il giaciglio appena abbandonato, si sente ancora il calore! :)

    RispondiElimina
  13. una fotografia che parla, e non smette mai... parole intime, emozioni profonde, grazie per averle condivise Ser!

    RispondiElimina
  14. @ petrolio: Ciao Milena! Quando mi sono alzato e ho visto la luce entrare in quel modo non ho resistito.. ;) Grazie per le tue belle parole! ;)

    @ KOd: Grazie a te uomo!

    RispondiElimina
  15. Mi sono sciolta.
    Sì, credo proprio di essermi sciolta.
    :)

    RispondiElimina
  16. Veronix! Ricomponiti che mi servi intera in Uni! ;) Grazie ragazza..davvero!

    RispondiElimina
  17. che belle parole! ogni ragazza si scioglierebbe dopo una dedica del genere :) hai trasformato qualcosa che nella maggior parte dei casi fa paura come l'abitudine, in qualcosa di desiderabile! ed hai perfettamente ragione, capita anche a me: quando la persona amata è assente dopo che ci si era abituati alla sua presenza, manca terribilmente!
    non volevo dilungarmi così tanto, ma complimenti davvero per questo post!

    RispondiElimina
  18. Mi piace il fatto che ti dilunghi! ;)
    Grazie davvero..è uno splendido commento! Non fatico a credere che sia una sensazione condivisa..perché è naturale una sana abitudine come questa (e lo dico io che sono il nemico numero 1 dell'abitudine in genere). ;)
    A presto!

    RispondiElimina
  19. fantastico! l'abitudine potrebbe avere tanti di quei risvolti...ne hai descritti due perfettamente! complimenti

    RispondiElimina
  20. Grazie ragazza! Sono felice che tu abbia apprezzato!

    RispondiElimina