sabato 6 ottobre 2012

52 Words For Art - 5. Sky

Soundtrack: "Purple Sky" - Kid Rock



Week 5
"Sky"


And over all the sky — the sky! far, far out of reach,
studded, breaking out, the eternal star."
(Walt Withman)




Official Page 
http://www.facebook.com/52WordsForArt
Album
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.356500001100757.86109.342403659177058&type=1
Flickr set 
http://www.flickr.com/photos/servlad/sets/72157631349535100/

venerdì 28 settembre 2012

52 Words For Art - 4. Choice

Soundtrack: "The Choice" - Shandon



Week 4
"Choice"


“The artist is the only one who knows that the world is a subjective creation, that there is a CHOICE to be made, a selection of elements”  
(Anais Nin)







Official Page 
http://www.facebook.com/52WordsForArt
Album
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.356500001100757.86109.342403659177058&type=1
Flickr set 
http://www.flickr.com/photos/servlad/sets/72157631349535100/


venerdì 21 settembre 2012

52 Words For Art - 3. Time

Soundtrack: "The Times They Are a-Changin'" - Bob Dylan



Week 3
"Time"


"...senza amore, senza rabbia, senza dolore, il respiro è come un orologio che fa tic tac."

"...without love, without anger, without sorrow, breath is just a clock ticking."

(Mary - Equilibrium)







Official Page 
http://www.facebook.com/52WordsForArt
Album
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.356500001100757.86109.342403659177058&type=1
Flickr set 
http://www.flickr.com/photos/servlad/sets/72157631349535100/

martedì 18 settembre 2012

My New Look...

Soundtrack: "New Shoes" - Paolo Nutini


"Hey, I put some new shoes on and suddenly everything's right"



Nel mio caso, non si tratta proprio di un paio di scarpe nuove.
Più che altro di una veste nuova.
Un logo.
Un simbolo.
  

"Nei simboli si osserva un vantaggio nella scoperta che è maggiore quando esprimono concisamente l'esatta natura di una cosa e nel contempo la raffigurano" 
(Liebnitz)


In questo simbolo c'è tutto.
Rappresenta me,
il mio modo di vedere le cose,
come voglio che sia la mia arte.

Troverete questo simbolo su ogni mia fotografia, da oggi in poi.
E per questo devo ringraziare un carissimo amico,
Alessio Danubio,
per aver realizzato questo gioiello.

Ne approfitto per ricordarvi il mio nuovo progetto fotografico, condiviso con Veronica Dal Cortivo:

Ci vediamo li,
tra uno scatto e l'altro,
con questa nuova veste...  
  
Stay Art!


Ser Vlad  

venerdì 14 settembre 2012

52 Words For Art - 2. Lightness

Soundtrack: "Seconda Navigazione" - Roberto Cacciapaglia



Week 2
"Lightness"


"Attraversare il mondo in consapevole leggerezza"

"Walking through the world with aware lightness"

(Giovanni Soriano)





Official Page 
http://www.facebook.com/52WordsForArt
Album
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.356500001100757.86109.342403659177058&type=1
Flickr set 
http://www.flickr.com/photos/servlad/sets/72157631349535100/

sabato 8 settembre 2012

52 Words For Art - 1. Beginning

Soundtrack: "Star Of Something Beautiful" - Porcupine Tree


Week 1
"Beginning"


noun: 
the point in time or space at which something begins.
the first part or earliest stage of something.
the background or origins of a person or organization.
(Oxford Dictionary) 

nome:
l'atto con cui si comincia, la prima fase di qualcosa che abbia uno svolgimento.
 (Dizionario della Lingua Italiana, Zanichelli)



 
 



Official Page 
http://www.facebook.com/52WordsForArt
Album 
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.353841228033301.85411.342403659177058&type=3
Flickr set 
http://www.flickr.com/photos/servlad/sets/72157631349535100/with/7905963236/


mercoledì 22 agosto 2012

Take a Shot @ Santa Viola 2012

Soundtrack: "Harakiri" - Serj Tankian



We're the day birds

Deciding to fly against the sky
Within our dreams, we all wake up
To kiss the ones who are born to die

...

They crowned the sun
 But I believe that they are free
When their time was done
They were drowned by the only one
But I believe that they are free
Washed by the sun

(Serj Tankian)

Get the flash player here: http://www.adobe.com/flashplayer


Tempo: 20 Agosto 2012
Luogo: Santa Viola, Verona



Take a look at my new project: 52 Words For Art

venerdì 17 agosto 2012

52 Words For Art: A New Challenge

Soundtrack: "Born Free" - Kid Rock





 

Mi sono reso conto ormai da qualche tempo che nella mia vita ho bisogno di stimoli.
Cose da fare, nuove idee a cui pensare, progetti e situazioni che mi mantengano vivo, attivo, coinvolto.
Nella mia vita ho bisogno di sfide.

In un caldo pomeriggio d’estate poi, può capitare che una carissima amica, nonché una eccezionale artista, ti proponga., quasi per scherzo, una sfida di quelle che aspettavi da tanto tempo, anche se ancora non lo sapevi.

Un progetto da ideare, costruire e realizzare, capace di mantenerti vivo come non mai.

E’ nata più o meno così questa nostra avventura…


52 Words for Art è la nostra sfida. Il nostro incontro settimanale con l’Arte.

A partire da Sabato 1 Settembre, ogni settimana per un anno intero sceglieremo una parola.
Una parola racchiude un tema, un sogno, un’idea. Quell'universo artistico di poche lettere noi lo mostreremo attraverso due fotografie, realizzate in modo indipendente e pubblicate nello stesso momento. Due sguardi differenti d'uno stesso orizzonte. Ogni scatto sarà accompagnato da una descrizione tecnico emotiva, per rendervi ancor più partecipi della nostra visione del tema, del sogno, dell'idea. 

Gli scatti verranno pubblicati sui nostri profili Flickr in un apposito Set.

Ma la presunzione non è certo una qualità che ci si addice. Per questo abbiamo deciso di non riservarci l’esclusiva, ma di aprire l’orizzonte di 52 Words for Art a tutti voi! 

Se la parola da noi scelta stuzzica la vostra fantasia artistica o se vi sentite particolarmente ispirati, avete di fronte una sola opzione: realizzare il vostro scatto.

Accompagnatelo con qualche riga in cui ci raccontate chi siete, qual è il vostro rapporto con la fotografia e quali sono state le scelte artistiche, inviatelo ad uno dei nostri indirizzi mail e noi lo pubblicheremo sulla pagina ufficiale del progetto su Facebook.


Sono sicuro che anche voi amate le sfide… e questa fa decisamente al caso vostro!


Eccovi qualche link utile per seguirci e partecipare:
Festina Lente – Blog dell’ideatrice del progetto e mia compagna d’avventura Veronica Dal Cortivo. Da vedere!
Veronica e Ser Vlad – Album su Flickr dove pubblicheremo le nostre due visioni ogni settimana.  

English Info - This presentation and all the info in english!

Infine, la nostra -ma soprattutto vostra- pagina Facebook! Attendiamo commenti, critiche, saluti dal mondo e tante, tantissime fotografie!




Stay Tuned,
Stay Art!

martedì 31 luglio 2012

Take a Shot @ Lago di Garda (Peschiera)

Soundtrack: "Awakening" - Yellowcard



Certe volte basta solo staccare la spina. 
Fermarsi, finalmente. 
Appena prima del limite. 
Cambiare aria..anche solo di qualche chilometro. 
Respirare aria diversa.. 
tornare a vivere facendo ciò che più si ama al mondo... 
tornare all'arte. 
E' un po' come, rinascere...




Get the flash player here: http://www.adobe.com/flashplayer

Ser Vlad



 

martedì 29 maggio 2012

Respiro d'inchiostro

Soundtrack: "10 Inch Nails" - Audiomachine



Il tempo è solo una mera questione di numeri. Numeri a cui attribuiamo un significato.

Balle.

Il tempo, quando è carico d’agonia, è palpabile. 
E’ tangibile come il profumo dell’alba in riva al mare. Impossibile da definire, ma d’una presenza innegabile.
Tuttalpiù si può dire che il tempo sia relativo, questo si.
Ma della relatività te ne frega ben poco se la tua percezione è di lunga, eterna e infinita attesa.
Io, oggi, dopo quello che m’è parso essere tutto il tempo dell’umanità, ho scritto.

Mi sono seduto alla mia scrivania.
Ho preso in mano un quaderno.
Ho cercato e impugnato una penna.
Ho osservato per qualche sospiro la carta bianca.
Ho ripetuto queste azioni per tanti di quei giorni che non riesco a ricordare.
Ricordo però che ogni dannata volta, il rituale si fermava qui. Incompleto, inutile, superfluo.
Niente.
Non una parola.
Non un singolo pensiero.
Il nulla. Assoluto e terrificante bianco.
Una candida assenza.

Ma non oggi.
Oggi le parole arrivavano senza nemmeno doverle chiamare.
Senza nemmeno pensare di doverle formulare.
Si imprimevano sulla carta sgorgando direttamente dal mio subconscio.
Decise, chiare, imponenti.

Ho scritto di cinema. 
Ho scritto di morte, di rabbia e di separazione.
Ho scritto di scrittura.
Ho scritto d’aver scritto.

E’ stato come respirare.
E’ stato come tornare a casa…


mercoledì 2 maggio 2012

As a Child Does...

Soundtrack: "La Dura Legge del Gol" - 883



"Ogni volta che un bambino prende a calci qualcosa per la strada, lì ricomincia la storia del calcio."
(Jorge Luis Borges)




Non c'è niente da fare.
A me è sempre piaciuto inseguire una palla per prenderla a calci.
M'è sempre piaciuto anche vedere dove quel pallone,
calciato da altri,
 va a finire.

E, nonostante tutto, mi piace ancora.

Mi ritrovo a pensare però,
a quanto sarebbe bello se si tornasse a vivere una partita di pallone per ciò che realmente essa è: Una partita.

Sapete chi è ancora in grado di sentire quella passione?
Chi non ha pressioni, 
chi non fa scommesse,
chi non sa cosa significhi truffare, simulare o sostanza dopante?
Chi non da alcun valore ai soldi,
ma si preoccupa solamente d'una sfera di cuoio che rotola per il campo?

I bambini...





 


Corrono.
Sorridono.
Corrono ancora.

Senza sosta.
Sembra la loro unica ragione di vita.
Non sembrano fare alcuna fatica.

Perchè semplicemente si stanno divertendo.
In tanti, nel mondo, paiono aver dimenticato cosa significhi.

Se solo si potesse ricordare...




 ...la pura gioia di giocare





 

 




...Che quando si cade, ci si rialza


 
 

  



 


Quando si è bambini,
si vuole crescere in fretta.
Si guardano i grandi.

Li si ammira.
Ci si atteggia come loro.

Ci sembrano degli eroi,
i Signori del Calcio...

Non ci si rende conto che i veri eroi,
il vero squadrone,
quelli che han capito tutto,
lo si è già.

Il difficile,
è rimanere bambini...





"E' la dura legge del gol
gli altri segneranno però
che spettacolo quando giochiamo noi,
non molliamo mai...
Loro stanno chiusi ma
cosa importa chi vincerà
perché in fondo lo squadrone siamo noi,
lo squadrone siamo noi..." 
(883)





Tempo: 21 Aprile 2012
Luogo: Poiano di Valpantena
Soggetti: Calciatori della Juventina Valpantena


Disclaimer
Le foto sono state pubblicate con il consenso della Società Juventina Valpantena




lunedì 2 aprile 2012

Ermetica è La Città..

Soundtrack: "La Canzone del Rumore" - Sick Tamburo



"Ai poeti è inutile chiedere comprensione di certe cose"
(Eugenio Montale)





 


 


 


 


 


 


 


 Cammino, senza meta alcuna,
tra le vie di una città in cui non ho mai vissuto se non per qualche fugace attimo,
ma che nel profondo sento di conoscere.

Un unico, pensate,
pensiero.

L'essenzialità d'una sensazione.

Immaginate la felicità.
Pura, assoluta, genuina.
Quella che non ha bisogno d'una ragione,
anche quando ce ne sarebbero mille.
C'è, tanto basta.

A volte,
nel pieno di questa corsa al sorriso,
ci si ferma a prendere fiato.
E ci si accorge che alcuni respiri sono diversi da altri.

Maliconia.
Un velo, labile,
di grigio.
Una nuvola, in una giornata serena.
Spesso resiste l'arco d'un respiro,
 un battito di ciglia,
prima di riprendere a correre.

Ma c'è stato.
l'hai sentito,
e spesso non l'hai capito.

Come nessun uomo,
capirà mai la pioggia in un soleggiato giorno d'estate...

 


 

 



 


 


 


 


 


  "Io non parlerò, non penserò più a nulla:
ma l'amore infinito mi salirà nell'anima,
e me ne andrò lontano, molto lontano come uno zingaro,
 
nella Natura, felice come con una donna..."
(Arthur Rimbaud, Sensazioni)







Tempo: 23 Marzo 2012
Luogo: Bologna 




 

martedì 27 marzo 2012

Last Train Home

Soundtrack: "Last Train Home" - Lost Prophets



The only way to be sure of catching a train 
is to miss the one before it. 
(G. K. Chesterton)





 Seduto, attendo.
  E' un po' la storia della nostra vita.
Siamo sempre in attesa.
In attesa di qualcosa.
Aspettiamo dal dottore,
al supermercato,
in mensa,
al bar,
che lei arrivi,
che lui se ne vada,
che cada un meteorite.
In attesa di morire.
In attesa di vivere.

Io, aspetto solo il treno...




 
 


 M'è sempre piaciuto andare in treno.
Forse, proprio perchè l'ho preso così poche volte nella mia vita.
Il viaggio in treno è diverso da tutti gli altri viaggi.
Non hai le distrazioni della guida.
Non hai la fatica del cammino.
Non hai l'intensità e la tensione dell'aereo.

Sei solo tu,
una finestra sul mondo,
e i tuoi pensieri.

Già, i tuoi pensieri.
Il più lieto ricordo,
o il più atroce dei problemi.
Due facce di una stessa medaglia,
che non sai mai da che parte deciderà di cadere.
 
 



 


Oggi, il fato, l'ha fatta cadere dal lato giusto.
Riesco solo a pensare a cose positive.
Mi ritrovo in attesa,
ancora una volta,
ma senza ansie.

La mia attesa, oggi,
è solo un marciapiede che mi separa dalla meta.

Le preoccupazioni,
i timori,
i dubbi,
sono rimasti su quella panchina vicino ai binari.
Si sono persi nel fumo della prima sigaretta del giorno,
sempre troppo pesante,
ma anche per questo indispensabile.

Sono sull'ultimo treno che mi porta a casa.
Non potrebbe esserci attesa più dolce...

 


"But there's still tomorrow
Forget the sorrow
And I can be on the last train home
Watch it pass the day
As it fades away
No more time to care
No more time, today..."
(Lost Prophets)






Tempo: 22 Marzo 2012
Luogo: Stazione di Villafranca (VR), Treno Verona-Bologna
 



venerdì 24 febbraio 2012

Shadows Collide With People

Soundtrack: "Walk" - Foo Fighters




"The picture of a shadow is a positive thing..."
(John Locke)




Prendetevi del tempo.
Un piccolo spazio solo per voi.
Liberate la mente.

Sedetevi sul ciglio di una strada,
in una bella giornata di sole,
di quelle che gridato Primavera anche a Febbraio.

State li seduti, e osservate...































Adoro osservare la gente che passa.
Mille persone, mille storie.
Tutte uguali, tutte diverse.

Mi piace guardare quei volti sconosciuti,
domandarmi chi siano,
da dove vengano,
se anche loro preferiscano dormire nella parte destra del letto,
prendano il caffé amaro,
amino i film di Christoper Nolan,
la birra scura,
 i cerchi fatti col fumo d'una sigaretta.

Trovo naturale interrogarmi sulle loro vite.
Sul loro presente, sul loro futuro.
In fondo, è come se mi interrogassi sul mio, di futuro.
Di entrambi, non è che ne sappia poi molto...































Vedere la gente passare è un'esperienza tanto semplice da fare quanto sconvolgente.
E' disarmante osservare quanto stiamo tutti, 
inevitabilmente, 
camminando sullo stesso sentiero.

Lo facciamo in modi diversi,
attraverso scelte diverse.
Ma in fondo,
andiamo tutti dalla stessa parte.
E tutti,
nessuno escluso,
non abbiamo la minima idea di cosa troveremo in fondo al cammino.
 
























In mezzo a tutti questi dubbi,
perso tra mille vite non mie,
in quello spazio indefinito dove le persone si confondono con le loro ombre,
un sorriso nasce sul mio volto.

Ciò che conta davvero,
in fondo,
è solo godersi il viaggio...
è solo continuare a passare...



"Secondo te ci siam fatti vedere abbastanza? 
Ci siam fatti sentire abbastanza? 
Voglio dire si è voltato qualcuno mentre passavamo oppure siam passati e basta?

Oh Ciccio..non è che siam passati. 
Stiamo ancora passando..."
(Da Zero a Dieci) 





Tempo: 22 Febbraio 2012
Luogo: Ponte Navi, Via Mazzini, Piazza Bra (Verona)