mercoledì 29 dicembre 2010

A Nightmare Before Christmas

Soundtrack: "The Call Of Ktulu (S&M Live)" - Metallica



Apri gli occhi”.

Le sottili palpebre si spalancano.
Feroci, bisognose di realtà.

Realtà? 
Cosa è reale?
Avete mai fatto un sogno tanto realistico da sembrarvi vero?
E se da un sogno così non vi doveste più svegliare?
Come potreste distinguere il mondo dei sogni da quello della realtà?

Il risveglio da un sogno come questo non è mai un risveglio sereno.
E' violento.
E' carico d'ansia.
Terribile.

Nella penombra della stanza mi sono ritrovato a cercare dettagli di realtà.
Disperatamente.
04.52
Troppo presto per alzarsi, troppo tardi per sperare di riprendere un sonno profondo.
Una dimensione temporale.
Primo barlume di razionalità in un oblio di terrore.

Un respiro affannoso alla volta realizzo che forse ne sono davvero fuori.
Forse, sono fuori dall'incubo.
La tentazione di svegliare qualcuno per averne la certezza è forte.
Il dubbio è lì, pesante, sul mio petto.
Presente.
Vivo.
Opprimente.

E poi accade.
L'adrenalina crolla.
La realtà prende il sopravvento.
Scoppio in lacrime.
Lunghe, interminabili, lacrime di sfogo.
Il sogno, lentamente, abbandona la memoria.
Dopo svariati minuti, mi ritrovo a domandarmi il perché di tanta ansia.
Il perché di tante lacrime.
L'angoscia che sentivo è come un'orma in riva al mare.
Passa la marea.
L'orma perde la sua definizione, e piano piano scompare.

Inaspettatamente, riprendo sonno.


Apri gli occhi”.

E' mattino.
E' Natale.
E mi ritrovo a pensare:
Cosa cazzo è successo stanotte?”.


7 commenti:

  1. Meraviglia o.O

    Lisa

    RispondiElimina
  2. Bellissimo pezzo. Sai leggendo mi è venuto in mente proprio ciò che sto studiando di sociologia. E cioè che quando ci svegliamo da un sogno la prima cosa che pensiamo è se ciò che è successo sia reale o meno, e abbiamo il bisogno di collegarci alla vera realtà. Come? semplicemente guardando l'orologio. Attraverso questo gesto apparentemente banale noi veniamo ricondotti nella realtà della vita quotidiana.

    RispondiElimina
  3. Non c'è niente meglio di una conferma empirica come questa per confermare ciò che stai studiando! ;)
    Credo sia una delle cose più angoscianti ritrovarsi a non capire più se si sta sognando o meno....
    Grazie comunque! ;)

    Grazie anche a Lisa!

    RispondiElimina
  4. Si, devo dire che studiare una cosa e trovarne poi la conferma nella realtà è piuttosto soddisfacente! :) Senza volerlo mi hai fatto un po' da "cavia"... eh eh... Comunque resto dell'idea che quando proviamo emozioni negative, anche se così brutte, sono sempre molto intense e bisogna saperle sfruttare come hai fatto tu, scrivendone un bellissimo pezzo!!!

    RispondiElimina
  5. ...traigo
    sangre
    de
    la
    tarde
    herida
    en
    la
    mano
    y
    una
    vela
    de
    mi
    corazón
    para
    invitarte
    y
    darte
    este
    alma
    que
    viene
    para
    compartir
    contigo
    tu
    bello
    blog
    con
    un
    ramillete
    de
    oro
    y
    claveles
    dentro...


    desde mis
    HORAS ROTAS
    Y AULA DE PAZ


    COMPARTIENDO ILUSION
    SER VLAD

    CON saludos de la luna al
    reflejarse en el mar de la
    poesía...


    AFECTUOSAMENTE : OS DESEO UNAS FIESTAS ENTRAÑABLES 2010- Y FELIZ AÑO 2011 CON TODO MI CORAZON….


    ESPERO SEAN DE VUESTRO AGRADO EL POST POETIZADO DE ACEBO CUMBRES BORRASCOSAS, ENEMIGO A LAS PUERTAS, CACHORRO, FANTASMA DE LA OPERA, BLADE RUUNER Y CHOCOLATE.

    José
    Ramón...

    RispondiElimina
  6. Si, mi è capitata una notte così.. un sogno terribile.. e la speranza, una volta sveglia, che fosse davvero solo un sogno.. Sono rimasta sconvolta per tutta la giornata!
    Molto bello il tuo blog!! Eccolo aggiunto nella lista preferiti!

    P.s. Ahhhh! Che canzone hai messo!!! Io semplicemente amo i Metallica!!

    RispondiElimina
  7. Grazie Erica!

    I metallica fanno spesso da soundtrack ai miei pezzi... sono perfetti! ;)

    RispondiElimina